Anorgasmia, da cosa può dipendere la difficoltà a raggiungere l'orgasmo?

difficoltà raggiungere orgasmo

L'anorgasmia è una disfunzione sessuale che ostacola il raggiungimento dell'orgasmo. Si tratta di un disturbo raro negli uomini giovani, molto comune invece nelle donne. Ne soffre il 15% della popolazione femminile.

La difficoltà a raggiungere l'orgasmo è all'origine di frustrazione sessuale e può scatenare ansia nelle relazioni interpersonali, minando l'equilibrio psicofisico. Secondo la sessuologa americana Lisa Thomas, l'anorgasmia spesso è provocata dall'ansia e dall'incapacità di rilassarsi durante i rapporti sessuali.

Non sempre, però, la causa è da ricercarsi in un disagio psicologico. A volte anche malattie come il diabete, il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla o traumi pelvici provocati da cadute possono incidere sulla capacità di provare piacere.

Chemioterapia, isterectomia, lesioni al midollo spinale, traumi da parto e malattie cardiovascolari e vulvodinia figurano tra gli altri fattori di rischio. Tra il 15 ed il 50% di chi usa antidepressivi come il Prozac, il Paxil ed il Lexapro, inoltre, segnala il problema.

La sessuologa spiega che occorrono due fattori essenziali per provare l'orgasmo: eccitazione e rilassamento. L'ansia, purtroppo, può offuscarli entrambi durante un rapporto sessuale. Ecco perché l'esperta consiglia di esercitarsi e conoscere bene il proprio corpo (usare uno specchio è utile), tramite la stimolazione diretta del clitoride e la masturbazione in solitudine e tranquillità, in ambienti come la doccia o meglio la vasca da bagno.

La sessuologa avverte che potrebbero volerci fino a 45 minuti prima di entrare nella condizione di rilassatezza ottimale per l'orgasmo. Una volta che si è capito come procurarsi un orgasmo, è utile condividere questa esperienza con il partner, indugiando nei preliminari e senza imbarazzo. Procurare piacere al partner è fonte di soddisfazione e migliora l'intesa della coppia, ecco perché è opportuno far cadere ogni inibizione, tabù e senso di colpa legati alla sessualità.

Via | Psychology Today
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail