Allenamento: cattive abitudini da cancellare

yoga matÈ il momento dei buoni propositi e non è ancora troppo tardi per aggiustare il tiro, rendere più fattibili quelli pronunciati alla fine dell’anno appena concluso, sull’onda dell’entusiasmo del momento. Avete pensato all’allenamento? Un nuovo inizio ci dà sempre l’occasione di rimettere a posto quel che ci sembra stonato e cancellare qualche cattiva abitudine può migliorare in poco tempo la qualità della vita, e la qualità dell’allenamento nello specifico.

BlissTree suggerisce cinque cattive abitudini da eliminare dalla propria routine in palestra. Basta poco. Per esempio per abbattere il rischio di prendersi un malanno è importante pulire spesso il tappetino che si usa per gli esercizi, preferendo portare il proprio personale anziché usare quelli in comune della palestra. Si può usare uno spray igienizzante in caso non si possa usare il proprio oppure sovrapporvi una salvietta personale.

Quando vi allenate sugli attrezzi cardio non scaricate il peso sui supporti per sorreggervi. Servono, appunto, a sorreggere l’equilibrio in caso di necessità, non ad aiutarvi nell’allenamento. Certo aggrapparsi alle maniglie del tapis roulant ci fa sembrare meno faticoso l’allenamento, ma non sarà efficace allo stesso modo. Vi sembra più difficile? Certo, ma è anche più utile.

Toglietevi poi quel vizio di ciarlare al telefonino quando vi allenate. Il cellulare va spento o addirittura lasciato nell’armadietto o a casa. Quando vi allenate le distrazioni non dovrebbero essere previste. Sia perché c’è il rischio di distrarsi facendosi male, sia perché la concentrazione sul movimento che eseguite rende più efficace l’allenamento stesso. La palestra non è il luogo adatto per sbrigare gli affari in sospeso al telefono, è solo il luogo in cui ci si allena.

Prefissatevi poi una scala di miglioramento nell’allenamento. Fare sempre le stesse cose che vi riescono bene non vi farà migliorare. Ponetevi degli obiettivi più ambiziosi e cercate di rispettarli, ma per gradi. Non sfruttare tutto il proprio potenziale cullandosi nella pigrizia vi renderà presto noioso l’allenamento, che mollerete alla prima occasione. Potete ridurre il tempo da dedicare alla palestra, ma è importante sfruttarlo tutto al meglio. Qualità, non quantità.

Sappiamo che l’allenamento può aiutare a prevenire un raffreddore ma se vi siete già raffreddati? Concedetevi un po’ di riposo, ma non mollate l’allenamento se vi sentite abbastanza bene da continuare. Attrezzatevi però con un dvd o una console di gioco che vi permetta di mantenervi in movimento anche in salotto. Bando alla pigrizia solo perché siete a casa.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail