Rosolaccio: il parente povero del papavero come sedativo bronchiale per la tosse

Secondo l'Istituto Superiore di Sanità, il periodo natalizio ha registrato un elevato picco di influenza. Come sempre, accanto a terapie antibiotiche e ricette di famiglia, i rimedi naturali giocano un ruolo importante. Il rosolaccio, piccola piantina simile al papavero ma del tutto innocua, agisce come ottimo sedativo bronchiale in caso di tosse.

Ottimi risultati ha dato anche nel trattamento dell’insonnia ma il meglio di sé lo offre come calmante della fastidiosa tosse che affligge spesso i bambini ammalati d’influenza, al posto degli sciroppi medicinali.

Si usano i fiori per preparare le tisane o si acquista dall’erborista una preparazione a base di rosolaccio e simile ad uno sciroppo.

  • shares
  • Mail