Consigli per prevenire gli attacchi di fame

hambreSono ore che quella tavoletta di cioccolata vi chiama dal cassetto in cui l’avete rinchiusa e finora avete finto di non sentire. Ma al primo attacco di fame nervosa cederete, lo sapete, mangiando anche tutto il resto che troverete lì intorno. Come fare a prevenire gli attacchi di fame prima che si verifichino, in modo da non dover mettere a dura prova una forza di volontà che spesso cede, sconfitta? Ecco qualche consiglio.

Cercate di evitare un digiuno più lungo di quattro ore. Saltare i pasti o prolungare il tempo di digiuno tra un pasto e l’altro determina l’elevarsi dei livelli ormonali che segnalano la sensazione di fame finché non sentiamo l’impulso ormai irrefrenabile di mangiare. Evitando di arrivare a questa situazione estrema potremo gestire meglio fame e sazietà, mangiando in quantità più equilibrata e scegliendo con cura cosa mangiare.

Scegliete alimenti a basso indice glicemico che garantiscono un più lungo senso di sazietà. In questo modo il livello di glucosio nel sangue infatti di eleva lentamente, in un arco di tempo più lungo, e l’energia non verrà liberata tutta insieme, come accade quando mangiamo qualcosa di molto dolce. Il picco di glucosio e il successivo brusco abbassamento determinano la sensazione di fame.

Anche includere proteine nei pasti aiuta a mantenersi sazi più a lungo. Uova, latticini, carne o fonti proteiche vegetali possono aiutare a portarci al pasto successivo senza sgarri intermedi. Bevete anche in abbondanza prima dei pasti, per sedersi a tavola senza quel senso di vuoto cosmico nello stomaco. Prevedete inoltre una serie di spuntini fra un pasto e l’altro. Se li preparate prima potete fare in modo che siano sani e gustosi per non cedere così a quel che vi ritrovate per mano all’ultimo momento quando la fame vi prende alla sprovvista.

Non dimenticate poi di mangiare dedicandovi esclusivamente a quello. Sedetevi, masticate lentamente, non vi lasciate distrarre dal lavoro in sospeso o dal pc davanti agli occhi. Così il corpo registrerà con cura il pasto e regolerà se stesso sui ritmi che dovremmo rispettare, mangiando se possibile ad orari regolari. Sarà più facile arrivare al pasto seguente senza fame.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail