Cosa porta a dormire troppo? Le cause e i rimedi

Dormire troppo, proprio come dormire troppo poco, non fa certo bene alla nostra salute: ecco le cause di questo disturbo e tutti i rimedi che possiamo mettere in atto per poter stare meglio e cercare di dormire le giuste ore notturne.

dormire troppo cause e rimedi

L'ipersonnia è il disturbo di chi è portato a dormire troppo: è un tipico disturbo del sonno, che solitamente viene sottovalutato ed etichettato come un vizio di chi ne soffre, come indice di svogliatezza, di pigrizia, di semplice voglia di starsene a dormire e a letto.

L'ipersonnia è un disturbo del sonno che colpisce solitamente tra i 15 e i 30 anni e si manifesta con sintomi ben precisi, come forte bisogno di dormire, volontà di rimanere a letto tutto il giorno, fatica di svegliarsi al mattino, oltre che episodi di sonno diurno, praticamente ogni giorno. Dormire troppo è un disturbo che colpisce il 5% della popolazione.

Ma cosa vuol dire dormire troppo? I pazienti che soffrono di ipersonnia di solito dormono dalle 8 alle 12 ore, si addormentano facilmente e velocemente e al mattino sono irritabili e confusi. Se i riposi notturni sono ristoratori, i sonnellini diurni non permettono al paziente di riposare bene.

Le cause sono possibili alterazioni dei meccanismi cerebrali che regolano il sonno, ma anche apnee notturne, narcolessia, disturbi motori durante il riposo notturno e diurno. Dormire troppo può causare difficoltà a concentrarsi, difficoltà nei rapporti lavorativi e sociali, comportamenti automatici che il soggetto non ricorda, calo della memoria e dell'attenzione.

Chi soffre di ipersonnia deve rivolgersi ad uno psicologo o ad uno psicoterapeuta, che saprà individuare sicuramente la causa e apportare le cure migliori.

Foto | da Flickr di warmsleepy

Via | Psicocittà

  • shares
  • +1
  • Mail