Psicologia e alimentazione: i rituali prima di mangiare migliorano il gusto del cibo

Cantare una canzone stonata di buon compleanno, spegnere le candeline o fare gli auguri, possono rendere il cibo più gradevole al palato? Pare proprio di si, ed a dimostrarlo ci pensa una ricerca scientifica.

Psicologia cibo

Psicologia e alimentazione: due mondi così legati fra loro da lasciare spesso stupiti. La recente ricerca condotta da Kathleen Vohs della Carlson School of Management e pubblicata sulle pagine della Psychological Science è una di quelle ricerche che ci lasciano piacevolmente sorpresi. Sapevate che eseguire un rituale prima di mangiare, potrebbe rendere il cibo più gustoso al palato?

A dimostrarlo sarebbe stata la dottoressa Kathleen Vohs, che partendo da una sua personale esperienza (il rituale di mettere prima un pizzico di zucchero nel caffè, per poi puntualmente aumentare la dose dopo averlo assaggiato) ha cercato di comprendere quali possano essere i meccanismi che si nascondono dietro i rituali che spesso si fanno a tavola.

Fra i rituali più comuni, come dicevo, vi è senza dubbio quello di cantare “Tanti auguri a te” prima del taglio della torta di compleanno. Ma non solo. L’esperimento condotto dalla Vohs ha esaminato le reazioni di un campione di persone, divise in due gruppi. A entrambi i gruppi è stato chiesto di mangiare una barretta di cioccolata. I membri del primo gruppo avrebbero però dovuto spezzarla a metà senza scartare la barretta, mangiare la prima parte, per poi mangiare la seconda metà, mentre i membri del secondo gruppo dovevano semplicemente rilassarsi e mangiare normalmente la loro barretta di cioccolata.

Ebbene, a quanto sembra i membri del primo gruppo avrebbero reputato più “gustosa” la cioccolata, e si sarebbero detti disposti a pagarla di più rispetto a chi non aveva eseguito il rituale. Durante le loro ricerche, la Vohs e colleghi hanno anche dimostrato che il coinvolgimento personale nel rituale è fondamentale (non è guardando qualcun altro mescolare la propria limonata che questa sarà più gustosa al palato).

Una ricerca del genere - tengono a sottolineare gli esperti - non coinvolge solo il mondo dell’alimentazione, ma va ben oltre. I ricercatori stanno infatti cercando di comprendere se eseguire dei rituali ben precisi possa avere effetti benefici anche per i pazienti che devono sottoporsi a un intervento operatorio. Le ricerche saranno condotte sui pazienti misurando quindi il loro dolore post-operatorio e quanto velocemente guariscono dopo l’intervento.

via | Psychologicalscience
Foto | da Pinterest di Denise Pillette

  • shares
  • +1
  • Mail