Lo spuntino a metà mattina

DistributoreSe il nostro obiettivo è perdere peso come dobbiamo gestire gli spuntini? E' vero che mangiare più spesso aiuta a perdere peso a patto che non aumentiamo le calorie, ma secondo un recente studio uno snack a metà mattina potrebbe anche sabotare gli sforzi fatti per perdere peso.

Lo studio che sarà pubblicato sul numero di dicembre del Journal of the American Dietetic Association ha concluso che le donne a dieta che ricorrono allo spuntino tra colazione e pranzo perdono meno peso rispetto a coloro che si astengono dalla merenda. Dai dati dello studio è emerso che le donne che dopo una colazione sana evitavano lo spuntino prima di pranzo avevano perso in media l'11% del loro peso totale, rispetto ad una perdita del 7% per quante ricorrevano allo snack a metà mattinata. Lo snack è stato inteso come qualsiasi alimento o bevanda consumato tra i pasti principali.

Secondo i ricercatori questa variazione dipende dall'intervallo breve tra colazione e pranzo piuttosto che dall'ora del giorno in cui consumiamo lo snack.

Le due teorie non sono contrastanti, anzi. Mentre lo spuntino troppo vicino a un pasto principale può essere dannoso per la perdita di peso, anche un'attesa troppo lunga tra i pasti principali può sabotare gli sforzi fatti durante la dieta. Ciascuno dovrebbe sperimentare se lo spuntino consumato tra lunghi intervalli di tempo - come più di cinque ore - può effettivamente aiutare a gestire la fame. Il miglior snack per un programma di dimagrimento - aggiungono gli esperti - è a base di proteine come lo yogurt magro ad esempio, ma anche una piccola manciata di noci, verdure non amidacee, frutta fresca, cracker integrali e bevande non caloriche come caffè e sono ottimi snack a patto che non superino le 200 calorie.

Via | Fred Hutchinson Cancer Research Center

  • shares
  • Mail