Dimagrire con la dieta buddista: il menu e le ricette

Le indicazioni per seguire correttamente la dieta dei monaci buddisti, in modo da non incorrere in carenze proteiche nutrizionali.

La dieta buddista, o dei monaci buddisti, è un regime alimentare molto rigido e povero di proteine che si basa principalmente sul consumo di riso, frutta, verdura; inoltre, per favorire il dimagrimento ma soprattutto la depurazione, prevede anche l'assunzione di litri di tisane drenanti e depurative. Come condimento per il riso e le verdure si usano la salsa di soia, il gomasio e altre erbe aromatiche, mentre sono assolutamente vietati l’olio, la carne, il pesce e il sale: è dunque una dieta molto restrittiva, da seguire con parsimonia e attenzione e non a lungo tempo, perché può portare delle gravi carenze nutrizionali di proteine. Dimagrire con la dieta buddista si può, ma va fatto sotto controllo medico e solo se si hanno effettivamente dei chili di troppo da smaltire, spesso causati da regimi alimentari molto grassi o ricchi di carboidrati: è una dieta da seguire al massimo per quattro-cinque giorni per non incorrere in cali proteici pericolosissimi per l'organismo.

Il menu principale giornaliero della dieta buddista consiste in:


  • colazione: frutta a piacere, anche in macedonia, ma senza zucchero

  • pranzo: riso condito con verdure al vapore a piacere (niente olio!) o sugo di pomodoro senza soffritto. Come variante, riso speziato con verdure di stagione a parte; alla fine del pasto, un frutto a piacere.

  • merenda/snack: verdura cruda da sgranocchiare, come carote, sedani, finocchi.

  • cena: come il pranzo, riso con verdure a scelta o con salsa di pomodoro senza soffritto, un frutto a fine pasto.


Si può facilmente notare come manchino del tutto le proteine, sia vegetali sia animali, che possono inizialmente aiutare nel processo di depurazione, ma poi si rischia un pericoloso squilibrio che può portare a problemi muscolari, articolari, e di pressione bassa: è una dieta sconsigliata a chi abbia problemi di ipotensione, perchè la mancanza di proteine può portare a svenimenti, vertigini e carenze nutrizionali.

In ogni caso, tra le ricette migliori, via libera alla fantasia della piastra, del vapore e del bollito, oltre al crudo, per le verdure di stagione; bandito l'olio, si può condire con una scelta notevole di qualunque erba aromatica abbiate a disposizione nell'orto e sul terrazzo. Per supplire alla mancanza di fibre della dieta, scegliete il riso integrale; tra le tisane, preferite quelle drenanti e depurative, che aiutano nella rimozione delle tossine.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: