Vacanze: smartphone e tablet aumentano lo stress, i consigli per evitarlo

Se il vostro obiettivo in vacanza è quello di allontanare lo stress provocato dalla quotidianità e dal lavoro di tutti i giorni, allora evitate di usare troppa tecnologia, perché smartphone e tablet sempre connessi potrebbero aumentare i vostri livelli di stress.

tecnologia al mare

Se è il relax che cercate in vacanza al mare o in montagna, allora evitate di stare sempre attaccati al vostro smartphone o al vostro tablet. Non c'è niente di meglio che portarsi troppa tecnologia sotto il lettino per poter portare anche lo stress della vita di tutti i giorni che, almeno durante le vacanze, dovremmo lasciare a casa. I dati parlano chiaro: due italiani su tre, tra i 20 e i 40 anni, rimarranno connessi ai social network per tutta la durata delle vacanze.

Rimanendo a stretto contatto con la nostra vita di tutti i giorni, infatti, rischiamo di non godere del meritato riposo che una sana vacanza dovrebbe rappresentare. Ovviamente non possiamo esagerare, ma lasciare ogni tanto il telefonino di ultima generazione nella camera di albergo o staccare la connessione internet non può che farci bene, come sottolineato dallo psichiatra Federico Tonioni, coordinatore dell'ambulatorio dedicato all'Internet Addiction Disorder del Policlinico Gemelli di Roma, e dalla dottoressa Paola Vinciguerra, presidente di Eurodap, Associazione europea per il disturbo da attacchi di panico.

Federico Tonioni, ad esempio, afferma:

Essendo sempre connessi il confine tra lavoro e non lavoro è ormai molto labile e staccare diventa davvero difficile. Perciò anche il semplice gesto di controllare la mail può essere dannoso, perché si comincia a pensare, ci si sente invasi dal lavoro.

Portate con voi solamente un telefono che vi permetta di fare telefonate o di inviare sms e se non lo avete, staccate la connessione a internet. In vacanza il telefono dovrebbe servire solo per comunicazioni importanti. Ovviamente non bisogna fare del terrorismo: potete usarlo, ma magari dandovi degli orari, proprio come si fa con i bambini per guardare la televisione. In vacanza meglio avere relazioni reali con chi è con noi o sfruttare questo momento per poter conoscere nuove persone. La vacanza deve essere un momento per riscoprire l'importanza del contatto reale con altre persone, come sottolineato da Paola Vinciguerra:

Dev'essere un momento per riscoprire il piacere del contatto umano, della socializzazione con persone nuove, che ci possano arricchire: è importante quindi non perdere questa occasione, ricordando sempre che per rilassarci non è necessario soltanto trovarsi in un luogo diverso da casa, ma soprattutto essere emotivamente “sintonizzati“ sulle esperienze diverse che stiamo vivendo.

Foto | da Flickr di free-stock

Via | Il Giornale

  • shares
  • +1
  • Mail