Leucociti nelle urine: perché si misurano e quali sono i valori normali

Cosa indica il valore dei leucociti nelle urine e quali sono i riferimenti normali per non preoccuparsi alla lettura delle analisi.

Dopo aver effettuato delle analisi delle urine, è possibile rilevare e leggere tra i valori di queste ultime quello dei leucociti, vale a dire il numero di globuli bianchi nelle urine. La presenza di questi leucociti nelle colture urinarie può essere o meno la spia di alcune infezioni in corso, perché solitamente un’alta presenza di leucociti nelle urine è il sintomo primario di un’infezione delle vie urinarie.

Tra gli altri sintomi che possono essere collegati alla presenza di alti leucociti nelle urine ci sono infiammazione del rene, bruciore o dolore durante la minzione, così come la presenza di tracce di sangue nelle urine, che fa sì che diventino maleodoranti e di colore tendente all'aranciato.

Solitamente i valori normali di riferimento dei leucociti nelle urine sono tra i 5-10 leucociti per millilitro di urina, e si sospetta qualche patologia quando il numero inizia a superare i 25 per millilitro: in questi casi bisogna affidarsi al proprio medico, che farà sottoporre ad esami specifici al fine di scongiurare patologie gravi a carico di reni, ureteri,  vescica o uretra, vale a dire in tutto l'apparato urinario.

Tra le patologie a carico dell'apparato urinario che vanno verificate quando i normali valori dei leucociti si modificano verso l'alto, ci sono naturalmente piccoli disturbi come cistite e uretrite, ma anche malattie più gravi quali calcoli renali e pielonefrite, vale a dire un'infiammazione piuttosto seria a carico del rene, fino a neoplasie alla vescica da tenere assolutamente sotto controllo. Nelle donne possono essere spia di vaginiti o cerviciti, fino a sfociare in candidosi e secrezioni vaginali maleodoranti, spia di infezioni batteriche o virali alla vagina o alla cervice uterina.

Via | Medicina360

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail