Punti neri fase uno: purificare

Cogliendo la richiesta di una nostra lettrice, che ci chiede un metodo efficace per risolvere questo problema della pelle, abbiamo scelto di esaudirla attingendo ad una fonte competente.

Si tratta di Jane Campsie, che si occupa di Salute e Benessere per il femminile Marie Claire, e che ha scritto uno stupendo libro che tengo sul mio comodino da tempo: "Salute e bellezza" (ed. Koneman). E' uno di quei libri con le pagine grandi grandi e lisce lisce e tante belle foto, simile al "Luxury Books" che trovate nella foto qui accanto.

Dopo aver ricevuto la domanda via mail, ho pensato allora di andare a verificare cosa consiglia la cara Jane per risolvere il problema.

Step uno: i punti neri sono, ovviamente, pori dilatati e ostruiti da polvere e sporcizia che quotidianamente si depositano sul nostro viso. Ergo: bisogna "aprire" i pori ostruiti per purificarli, e poi passare alle fasi successive.

La nostra lettrice ci segnala di aver provato con applicazioni di acqua arricchita di the verde e agrumi. Anche Campsie consiglia un rimedio naturale, articolato in fasi. La prima è il "bagno di vapore".

1) Struccate e detergete il viso
2) Aggiungete ad una bacinella di acqua quasi bollente olio essenziale di limone ed eucalipto (pelle grassa) lavanda e cipresso (mista) o camomilla e rosa (secca con punti neri localizzati)
3) Rimanete con il viso sopra la bacinella per tre minuti, ad una distanza di 20-30 cm.
4) Asciugate il viso con un asciugamano pulito, picchiettando la pelle delicatamente.

Bisogna tener presente però che non è possibile risolvere il problema dei punti neri solo in questa prima fase, perchè una volta aperti e puliti i punti neri possono di nuovo ostruirsi. Nel prossimo post, i rimedi perchè questo non accada.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: