Endometriosi: sintomi, cause, cura e conseguenze

Endometriosi, sintomi e cure più indicate per il trattamento di questa malattia

endometriosi

L’endometriosi è un problema che colpisce le donne in età fertile (con picchi che si registrano intorno ai 30 – 40 anni di età) e che comporta la formazione di tessuto endometriale in parti in cui non dovrebbe esistere, quindi fuori dall’utero. Soprattutto nelle prime fasi, i sintomi dell’endometriosi non sono chiaramente distinguibili, poiché somigliano a quelli che accusano le donne durante il consueto ciclo mestruale.

La mestruazione è tuttavia particolarmente dolorosa, inoltre si registra una perdita di sangue anche al di fuori del ciclo mestruale. Fra i sintomi di questa patologia – le cui cause rimangono ancora incerte – si registrano anche la perdita di sangue attraverso le urine, una sensazione di stanchezza cronica, stipsi o dissenteria, sbalzi di umore, dolore ovarico, perdita di sangue dal retto.

Fra le conseguenze dell’endometriosi si registra un elevato tasso di infertilità (circa il 30/35% dei casi) e dei frequenti aborti spontanei. La terapia per la cura dell’endometriosi va valutata caso per caso, in base alla gravità della situazione. Tale terapia può prevedere l’assunzione della pillola contraccettiva o altri farmaci ormonali. Nel caso in cui tale terapia non dovesse riscuotere gli effetti sperati, si potrebbe procedere con l’intervento chirurgico, volto ad eliminare le formazioni che si depositano attorno le ovaie oppure nelle altre parti del corpo.

Infine, un ruolo importante sembra ricoprire anche l’alimentazione. Oltre ad un abbondante consumo di frutta e verdura, per coloro che soffrono di endometriosi è consigliabile evitare l’assunzione di carni rosse, di latticini e di zuccheri semplici.

Foto | da Pinterest di Lance Horner
via | Farmacoecura

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO