L'aconito come rimedio omeopatico: usi e proprietà

aconitum napellusRitorniamo a parlare di omeopatia; l'aconitum napellus, o aconito come nome comune, viene molto utilizzato negli stati febbrili. In genere si contrappone, in questo utilizzo, alla belladonna e viene soprattutto indicato quando la febbre si scatena con un esordio violento, dopo l'esposizione a correnti di freddo.

Per capire se l'aconito è il nostro rimedio giusto, è necessario guardare alcuni sintomi tipici: la pelle deve essere secca e calda, bisogna avere una sete molto intensa e la tosse secca, accompagnata da raucedine. Il tutto con un peggioramento delle condizioni verso la mezzanotte.

Viene usata la diluizione 9CH: 5 granuli, 4 volte al giorno, ma anche ogni ora nella fase più acuta. L'aconito si usa anche per altre cose: nelle nevralgie intense, con formicolii ed intorpidimento e nell'amenorrea, secondaria a freddo o paura.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail