La cistite nell'uomo: i sintomi e le cure migliori

Come si presenta la cistite nell'uomo e quali sono le terapie più indicate per curarla attentamente.

La cistite è un'infiammazione della mucosa della vescica dovuta a una proliferazione batterica o fungina che può essere scatenata da diversi fattori. Colpisce principalmente le donne per la loro particolare conformazione fisica, ma può capitare che si sviluppi anche negli uomini.

La cistite nell'uomo si presenta solitamente con sintomi quali stimolo frequente ad urinare, dolore durante la minzione ma scarsa quantità di urina prodotta, indolenzimento al basso ventre e senso di pesantezza diffuso. In casi più estremi può presentarsi anche qualche traccia di sangue nelle urine o pus, che testimonia un'infiammazione avanzata; è possibile che si presenti anche un po' di febbre.

Dato che la cistite può essere causata da fattori patogeni differenti, quali batteri come l'escherichia coli o vari funghi, è importante capirne la natura per impostare le cure migliori per sconfiggerla. Solitamente tende a risolversi da sola con una terapia farmacologica blanda e il consumo di più acqua da bere che aiuta a ripulire l'organismo  e ad espellere le tossine, ma se non dovesse funzionare la cura è bene sottoporsi ad un esame approfondito, ovvero un’analisi delle urine con urinocoltura che permetterà di individuare l’origine della cistite in modo da prescrivere la terapia farmacologica più adatta alla situazione.

Oltre ai farmaci dela medicina tradizionale, è possibile ricorrere anche ad alcuni rimedi naturali che possono aiutare a curare l'infiammazione da cistite nell'uomo: i migliori e più indicati sono  l’uva ursina ed il mirtillo rosso, che stimolano la diuresi e il detossinamento dell'organismo. Tra le altre piante che favoriscono la diuresi, aiutando il lavaggio del tratto urinario, si possono annoverare anche il prezzemolo, la betulla, l’ortica e l’asparago: anche una dieta ad hoc può aiutare a migliorare la situazione della cistite, basta ricordarsi di evitare alcuni cibi come latte e derivati, alcuni tipi di verdure come cipolle, fagiolini e pomodori e molta frutta, che può provocare proliferazione batterica nell'espulsione. Il consiglio è quello di consumare piccoli pasti frequenti ricchi di fibre e liquidi per favorire il transito intestinale.

Foto | Keene Public Library su Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail