Ragazza cilena piange sangue, si tratta di emolacria

Fino ad oggi nessun medico è riuscito a dare una spiegazione. Gli altri casi nel mondo sono solo 3

ragazza cilena piange sangue

Ha un nome specifico, ma, in realtà, è una sconosciuta per la stragrande maggioranza dei medici: l'emolacria, una rara condizione in cui gli occhi lacrimano sangue, può essere associata a diverse malattie, ma identificare la sua causa esatta è spesso impossibile. Ed è proprio questa la situazione in cui si ritrova Yaritza Oliva, una ragazza cilena che da qualche settimana piange sangue senza che nessuno specialista riesca a spiegarle il perché.

La giovane, vent'anni, vive a Purranque, una cittadina di 20mila abitanti nel cui ospedale lavora un solo oculista, che dall'inizio del mese, quando Yaritza ha avuto a che fare con le prime lacrime di sangue, non ha ancora avuto tempo di visitarla. Per questo la ragazza, che deve sopportare non solo la presenza del sangue, ma anche un fortissimo dolore agli occhi, è stata trasferita all'ospedale di Puerto Montt. Nemmeno qui, però, i medici hanno saputo effettuare una diagnosi e Yariza è tornata a casa armata solo di un collirio per contrastare il bruciore agli occhi

L'unico a spingersi leggermente oltre nella diagnosi è stato Alejandro Luz, oftalmologo di una clinica di Santiago, che in base ai filmati e alle foto della ragazza ha escluso che si tratti di una qualche forma di congiuntivite, né di tipo batterico o virale, né di tipo allergico. Secondo l'esperto potrebbe trattarsi di una conseguenza di una forma di emofilia, di un problema alle piastrine o dell'uso di alcuni farmaci.

Oltre a Yaritza, nel mondo ci sono solo altre 3 persone – 2 ragazze indiane e un ragazzo statunitense - con emolacria che non hanno ricevuto una diagnosi certa. Le ipotesi formulate sono state molte. Questa condizione, infatti, può essere associata a traumi, infezioni, agenti inquinanti, tumori dell'apparato lacrimale, a squilibri ormonali nelle donne in età fertile e a problemi nella coagulazione del sangue. Solo in un caso, registrato a marzo in Canada, la causa dell'emolacria è stata individuata tempestivamente: un uomo ha infatti iniziato a perdere sangue dagli occhi e da altre parti del corpo dopo essere stato morso da un serpente velenoso.

Per quanto riguarda Yaritza, invece, al momento la ragazza sta aspettando di essere visitata da altri medici.

Via | Corriere.it
Foto | da Flickr di meemal

  • shares
  • +1
  • Mail