Gli alimenti anticancro secondo la dieta del Prof. Veronesi

Per il nostro benessere è fondamentale rilanciare la cultura dei prodotti freschi della terra e di tutti quei cibi appartenenti alla dieta mediterranea


Il consumismo alimentare dei Paesi industrializzati è alla base di scelte sbagliate a livello di alimentazione, spesso gravissime, proprio quelle scelte che causano le cosiddette malattie del benessere e, a volte, aumentano il rischio di altre.

Diversamente dai Paesi sotto sviluppati, quelli in cui si muore ancora di fame, nei Paesi più ricchi vige una specie di legge del taglione: ci si ammala per lo stile di vita squilibrato (alcol, fumo, droghe, scarsa igiene del sonno, poco movimento o addirittura assenza di esso) e per le cattive abitudini alimentari (cibi spazzatura, cibi poco sicuri per provenienza, altamente calorici e iperglicemici) che sono causa del 30% di tumori e malattie cardiovascolari.

Secondo il Prof. Veronesi, “La relazione tra alimentazione e stato di salute è riconosciuta fin dalla preistoria dall'uomo, il quale aveva imparato a comprendere l'effetto dei diversi alimenti sull'organismo e quindi ad evitare l'assunzione di cibi nocivi o tossici, perché l'alimentazione è atto cosciente di assunzione selettiva di alimenti. (…) Tra le abitudini nefaste per la salute c'è la consumazione di bevande gasate, creme ghiacciate, eccesso di dolci, e c'è -soprattutto tra i più giovani - il continuo sgranocchiare di alimenti grassi, che tolgono l'appetito per gli alimenti utili. Intanto si va perdendo l'abitudine ai cibi freschi che forniscono vitamine, come la frutta e la verdura”.

E’ fondamentale rilanciare la cultura dei prodotti freschi della terra, dell'olio di oliva al posto dei grassi e di tutti quei cibi appartenenti alla dieta mediterranea per i quali siamo famosi nel mondo e abbiamo lasciato una traccia indelebile.

Ecco gli alimenti anticancro secondo la dieta del Prof. Veronesi sono protettivi contro il cancro: pomodori, broccoli, arance, limoni, zucca, cavoli, fagiolini verdi, carota, verdure a foglia verde, legumi, aglio, cipolla, piselli, peperoni, patate, cetrioli, prezzemolo, finocchi, asparagi, carciofi, funghi, ravanelli, erbe aromatiche, fragole, albicocche, lamponi, uva, melone, anguria, mirtilli, castagne, tè verde, yogurt, crostacei, molluschi, pesce in generale, l'olio d'oliva, alghe, cioccolato, curcuma, frutti di bosco, soia, vino rosso.

Fonte | ok-salute

Foto | doctornalini

  • shares
  • +1
  • Mail