Assimilazione lenta e rapida

pesce sushiC’è una differenza precisa fra i tipi di alimenti non solo quanto ai nutrienti che apportano al nostro organismo ma anche al modo in cui il nostro corpo li assimila trasformandoli in energia. L’assimilazione rapida e l’assimilazione lenta fanno dunque la differenza, nel caso di cibi che vengono immediatamente trasformati in energia e resi disponibili o di cibi che invece sono a lento rilascio e forniscono energia a lungo termine.

Ad assimilazione lenta sono tutti gli alimenti che richiedono un processo digestivo complesso perché le sue molecole vengano scomposte dagli enzimi dello stomaco. L’organismo dunque non può servirsene immediatamente ma deve processarli. Le funzioni per cui vengono utilizzati questi cibi sono per produrre energia a lunga durata, per la costruzione dei tessuti muscolari, per la rigenerazione cellulare. I cibi a lento assorbimento sono i grassi e le carni grasse, i formaggi, le uova, alcuni frutti come mela, fico, ciliegie, il latte e i suoi derivati, legumi e ortaggi, frutta secca, frullati a base di latte.

L’assimilazione rapida invece consente al nostro organismo di avere a disposizione immediatamente un monte energetico di fruizione momentanea. Il processo digestivo è quasi irrilevante perché gli alimenti si scompongono in tempi molto stretti. I cibi a rapida assimilazione sono tutti gli alimenti e i frutti molto dolci come miele, zucchero, uva passa, datteri, banana, ma anche salse e condimenti a base zuccherata come sciroppi, kecthup o salse agrodolci. Fanno parte di questa categoria anche il pesce a basso contenuto di grassi, le carni magre, riso e pane bianco, alcuni cereali e i frullati di proteine prive di caseine.

Via | Vitonica

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail