Qual è la cura migliore per i condilomi?

Non sempre i condilomi danno fastidio. È questa un’ottima notizia perché, quando non creano disturbi, nella maggior parte dei casi non c’è bisogno di alcun tipo di terapia. Quali sono, invece, le cure migliori?




I condilomi vengono anche chiamate verruche ano-genitali e sono considerati una vera e propria malattia infettiva. Per quanto tutti si tenda a prendere le distanze da quelle che sono le infezioni veneree, secondo la stima quasi la metà delle persone ha sofferto di condilomi e in molti casi non se ne sono accorti, se non per una questione estetica evidente. Come mai? Questo disturbo è causato dal famoso papilloma virus e spesso anche una protezione fondamentale come il preservativo non garantisce uno schermo sicuro al 100 percento.

È molto importante quindi che la prevenzione parta proprio dalla scelta del partner, che possibilmente non deve essere uno sconosciuto e non deve avere il virus dell’hpv. Come detto prima, in molti casi i condilomi non hanno provocano dolore, è però importante monitorare l’infezione, soprattutto per prevenire eventuali forme tumorali un domani.

Come si curano? Se le lesioni scompaiono in un paio di giorni, non c’è bisogno di una terapia, altrimenti è possibile intervenire con un trattamento farmacologico o chirurgico. Se l’infezione è lieve basta l’assunzione di farmaci specifici, altrimenti il dottore potrebbe decidere di ricorrere all’elettrocoagulazione, alla crioterapia, l’escissione chirurgica o al laser. Ricordiamo però che la vera cura dei condillomi non riguarda solo la rimozione della verruca. È importante debellare il virus.

Via | my Personal Trainer

  • shares
  • +1
  • Mail