Alimentazione senza carne

E' un argomento che a molti sembra superfluo, mentre per altri è un distinguo fondamentale. La poca informazione, il pregiudizio, danno spesso per scontate notizie che poi non corrispondono al vero. Facciamo un pò di chiarezza tra i vari modi di alimentarsi, che rifiutano per motivi etici o salutistici, la carne.

Ci sono gli ovolattovegetariani, il gruppo più numeroso. E’ eliminata carne e pesce, si inseriscono a tavola formaggio, latticini, yogurt, latte, uova, tofu, seitan e miele. Si tratta di un approccio dolce al vegetarismo: tra i regimi alimentari che non prevedono l’uso della carne, quello ovolattovegetariana è il meno complicato da seguire.

Vegetaliani o vegan, scelgono frutta e verdura e ricavano il fabbisogno proteico da legumi e frutta secca. Viene scartato qualsiasi prodotto animale, compresi latte, formaggio e uovo. Un deciso no anche al miele. Prestano attenzione anche ai prodotti no-food: niente pellicce, cuoio, seta e lana.

I fruttariani inseriscono nel menù solo frutta di stagione e attingono le proteine da semi oleosi, frutta secca e semi germogliati, mentre o crudisti s’indirizzano su alimenti crudi perché ritengono che la cottura impoverisce e altera la qualità degli elementi nutrizionali.

Infine i macrobiotici, al primo posto cereali, legumi, verdure, zuppe, tofu (formaggio di soia), seitan (glutine del grano), tempeh (soia). Bandiscono latte, formaggio e zucchero industriale. Questo regime sembra essere comunque il più salutare in assoluto, che poi piaccia o meno, questo è un altro discorso.

E voi? Le vostre opinioni? Avete mai conosciuto un fruttariano, avete mai flirtato con un vegetaliano che vi ha lasciato quando ha scoperto che mangiavate miele? Avete convinto un vegetariano a venire alla Sagra della porchetta, oppure un amica vi ha convinto a mangiare seitan tutti i giorni? Fatemi sapere.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: