Curiosità e proprietà dell'aglio

aglio
C'è chi lo ama e chi lo odia; tutti noi però lo maneggiamo quasi quotidianamente nelle nostre cucine. Ma l'aglio, ricordiamolo, non viene usato solo in gastronomia; ha tantissime altre proprietà ed utilizzi. I primi resti di piante d'aglio sono stati rinvenuti in alcune caverne preistoriche, circa 5000 anni fa, dai Sumeri. Presso Greci e Romani, era il cibo abituale degli atleti e dei soldati, poichè si credeva sviluppasse forza ed aggressività.

L'etimologia della parola non è ancora certa: secondo alcuni deriva dal latino allium, che a sua volta potrebbe essere collegato ad all, una parola celtica che vuol dire "bruciante, caldo", con riferimento ai poteri afrodisiaci attribuiti alla pianta. All'aglio si attribuisce anche un forte potere disinfettante, comprovato storicamente durante la Prima Guerra Mondiale: da qui deriva il suo nomignolo di "penicillina russa".

Della pianta, sia in cucina che non, si utilizzano i bulbi, che vengono estratti dal terreno privi delle foglie, che, intrecciate fra loro, formeranno delle reste che verranno poi conservate appese. Quindi, mettiamo da parte i pregiudizi su sapori ed odori, e cominciamo ad usarlo in abbondanza.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail