Pasta: come mangiarla senza ingrassare

Pasta: mangiarla senza ingrassare. Qualche consiglio Forse perchè sono italiana e la pasta è nata proprio dove sono nata io, ma non potrei non mangiare spaghetti o tortiglioni per troppo tempo. Quando mi capita di rimanere all'estero per un periodo mi piange il cuore non mangiare gli spaghetti al dente come li fa la mia mamma: nessuno la sa fare bene come gli italiani, e devo ancora trovare un Paese che mi abbia soddisfatto in fatto di pasta asciutta.

La pasta fa bene ma tra chi ha deciso di dimagrire non ha una buona fama: è messa da parte perchè i carboidrati non aiutano a perdere peso. In effetti, quando assumiamo carboidrati il nostro corpo scinde le catene di polisaccaridi in glucidi sempre più semplici. Questi zuccheri vengono assorbiti dall'intestino e causano un aumento della glicemia. Gli zuccheri presenti nel sangue vengono assorbiti dalle cellule che possono essere trasformati in grassi. Ma si può mangiare pasta senza per questo ingrassare? Ho scovato qualche consiglio su Limes&Lycopene. Ho aggiunto qualche altro segreto che mi ha consigliato un'amica nutrizionista.

Pensate alla pasta come ad un contorno
Bisogna cambiare le prospettive e capire quale ruolo abbia la pasta nel pranzo o nella cena. Anche se si mangia ad inizio pasto pensiamola come un alimento che accompagni solo il resto del pasto invece che come portata principale. Potrete mangiare altro e variare un po'.

Preparate una piccola quantità di pasta
Misurate la pasta sulla bilancia per cucinarne un po' meno. Farlo ad occhio può voler dire buttare nella pentola più spaghetti del necessario. Basta cucinare al massimo 80g di pasta (280 kcal).

Aggiungete le verdure
Tutti i piatti per essere sani devono prevedere l'aggiunta di verdure e neanche la pasta fa eccezione. Aggiungete le verdure nella salsa, oppure mettete accanto alla pasta un piattone di insalata.

Misurate l'olio
Moderate la quantità di olio e prendete come abitudine utilizzare solo 1/2 o 1 cucchiaio di olio d'oliva per condirla.

Misurate il parmigiano
Non ci sono problemi se grattuggiate e spruzzate un po' di formaggio sugli spaghetti ma è facile sovraccaricare il piatto. C'è chi usa il pangrattato al posto del formaggio.

Aggiungete poca carne
Se non potete fare a meno della carne usatene una piccola quantità: meglio carne macinata di bovino magro o meglio di carne bianca, magari con l'aggiunta di un po' di pomodoro fresco che insaporisce il tutto.

Mangiatela una volta a settimana
Scegliete un giorno della settimana da dedicare agli spaghetti, magari a pranzo per smaltire le calorie. In questo modo vi sembrerà di non fare troppi sacrifici.

Mangiatela integrale e al dente
E' meglio integrale perché le fibre contenute fanno assorbire meno grassi. E' meglio al dente perchè l'apparato digerente impiega più tempo rispetto a quella ben cotta, a scomporla, e gli zuccheri che contiene arrivano nel sangue meno velocemente.

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 30 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO