Come pesarsi correttamente

bilanciaLa lotta contro il peso in eccesso è infinita e per molti di noi rappresenta una serie di battaglie estenuanti contro la bilancia, alcune vinte, altre perdute. Per avere qualche punto di vantaggio sul malefico strumento è importante imparare a pesarsi correttamente, in modo da rilevare il peso con maggiore precisione e di conseguenza aggiustare anche il tiro con la dieta, le abitudini di vita, l’attività fisica necessaria.

La bilancia non distingue naturalmente le condizioni fisiche con le quali ci pesiamo e registra il peso di quel momento a prescindere dalle discrepanze che possono derivare da motivazioni troppo variabili per poter essere considerate valide oggi come domani. Alcune bilance consentono di inserire alcuni valori extra che possono tarare il peso secondo altri dati, ma possono influire anche solamente l’inclinazione della bilancia stessa o la sua regolazione, che dunque dovrà essere accurata. È importante inoltre trovarle un posto fisso e pesarsi sempre sulla stessa macchina, nello stesso luogo e possibilmente alla stessa ora.

Non serve a nulla se non a scoraggiarci pesarsi troppo spesso e specialmente variare orari. Anche nell’arco della stessa giornata, in poche ore, riscontreremmo variazioni di peso e questo non gioverebbe allo spirito con cui si affronta una dieta. Nell’arco di una settimana, che è la cadenza ideale per pesarsi, sarà più veritiero il responso della bilancia.

Bisogna pesarsi preferibilmente appena alzati, prima di colazione, senza bere, senza vestiti, dopo essere andati in bagno, in modo che i risultati siano il più possibile affidabili. Anche per questi fattori è utile pesarsi sempre alla stessa ora, in modo da mantenere il più possibile costanti alcuni fattori che in altri momenti della giornata sono diversi.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail