Come combattere l'amarezza: 10 consigli

Come combattere l'amarezza: 10 consigli Quanti di noi non dimenticano e si legano al dito questioni spinose che li hanno fatti arrabbiare? Molti sono colpevoli di soffiare sul fuoco dell'amarezza, alimentandola, invece di cercare di dimenticare. Soffermarsi sui i torti che ci sono stati fatti lamentandoci di continuo provoca pessimismo, umiliazione e rabbia. Come capita alle persone anziane, direte voi. Ma non è così, perchè essere irritabili e incattiviti dall'acredine non è una caratteristica degli anziani.

Parecchi studi indicano che il colpevole di questo disordine che capita alla gente anziana dai 65 anni in su non è l'età ma le limitazioni fisiche e le malattie. Il National Institute of Mental Health, per esempio, segnala che il tasso di depressione fra gli anziani varia da meno dell'1 per cento al 5 per cento circa, ma aumenta fino al 12 per cento circa fra gli anziani malati che vivono in casa o in ospedale.

Gli psicologi della Concordia University Erin Dunne e Carsten Wrosch hanno collaborato con Gregory Miller dell'University of British Columbia per uno studio pubblicato sulla rivista Health Psychology. La conclusione di Dunne è questa: "La capacità degli anziani con limitazioni fisiche di evitare di rincorrere obiettivi che non sono più raggiungibili può servire ad evitare che arrivino sintomi depressivi col passare del tempo."

Su The Atlantic troviamo una lista dei motivi che provocano amarezza nel corso del tempo, e alcuni consigli su come evitare il risentimento tratta da "Embitterment", il libro di Carsten Worsh e Jesse Renaud. Scorrete i 10 punti (qui).

Via | HolyKaw
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail