Il potere delle pietre: la litoterapia dechelatrice

La Litoterapia dechelatrice nasce in Francia nel 1974 e tra le terapie alternativa è forse quella meno conosciuta. Sfrutta le proprietà di rocce e minerali diluite e dinamizzate secondo i principi dell’omeopatia che intervengono a livello organico per sbloccare i blocchi enzimatici.

I blocchi si definiscono chelazioni e nei fatti un elemento chelato, pur presente nell’organismo, non può essere utilizzato nei processi organici. La ragione dei blocchi è attribuibile principalmente alla contaminazione esterna, per esempio dell’aria inquinata ricca di zolfo, chelatore per eccellenza.

La terapia si è rivelata efficace specialmente nel trattamento vascolare, allergico e reumatico ma il campo d’applicazione è vastissimo. La scelta dell’elemento da utilizzare avviene per affinità compositiva rispetto allo ione metalloide da liberare. Sul sito Omeoimo una panoramica delle applicazioni cliniche.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: