Consigli per scegliere il compagno di sport ideale

run budUna ricerca del 2009 ha dimostrato che allenarsi con un compagno di sport può migliorare la resa e aiutare a perdere peso. Uno studio più recente, del Maggio 2011, ha confermato che anche la motivazione che sono capaci di fornire partner virtuali è notevole. Per una volta possiamo dire un incondizionato grazie ai social network. Quelli a tema sportivo sono tanti e crescono quotidianamente. Ma chi preferisce avere con sé un amico con cui allenarsi dovrà tenere conto di qualche dettaglio importante nella scelta.

Coinvolgere il proprio migliore amico o il collega con cui condividere l’attività fisica in pausa pranzo può non essere la scelta migliore, perché bisogna considerare alcuni fattori. Per cominciare la scelta della disciplina da seguire potrebbe escludere a priori persone che pure vi sembrerebbero adatte per dividere con voi le fatiche sportive ma che potrebbero non nutrire alcun interesse in quel che avete deciso di fare in palestra o outdoor. Magari al vostro amico piace correre quanto a voi ma preferisce farlo con la musica nelle orecchie, da solo.

Altrettanto importante è scegliere un compagno che abbia più o meno lo stesso livello di allenamento, perché non sarebbe proficuo per nessuno dei due dover forzare il ritmo o allenarsi al di sotto delle proprie possibilità reali. Iniziare da una base comune sarà più utile perché farete progressi insieme, vi stimolerete a vicenda e non dovrete fermarvi ad aspettare che il vostro partner arrivi col fiatone perché l’avete distaccato troppo. Inducendolo probabilmente a mollare presto perché non riesce a starvi dietro.

Diverso è il caso di alcuni sport che richiedono l’apprendimento di una tecnica, come per esempio il tennis. In questo caso può essere utile avere un compagno che sia più esperto di noi in modo che possa correggere i nostri errori. Fate in modo però che anche lui si senta stimolato e non si annoi a morte nel dovervi insegnare l’abc. Se partite da zero quel che vi serve è un istruttore, non un amico. È dimostrato che un amico funziona meglio di un personal trainer estraneo, ma se dovete imparare la scelta è obbligata. A meno che un vostro amico non sia anche disposto ad istruirvi.

Via | Self

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail