Ginnastica facciale parte seconda: piccoli esercizi antirughe

Ridere, arrabbiarsi, angosciarsi: tutte sensazioni che si leggono sul nostro viso grazie ai nostri muscoli, che danno vita alle nostre emozioni. E come le emozioni, sono fragili” e allora, se “ci sono mattine in cui la visione del vostro viso allo specchio del bagno vi mette il morale a zero, c’è un solo rimedio: l’esercizio! Cinque o dieci minuti al giorno di ginnastica facciale, e via”. A dirlo è Catherine Urwicz, che in "Yoga per il viso" (ed. Red) ha ricostruito la storia e le tecniche base di questa disciplina, che ha lo scopo “di eliminare le tensioni dai nostri lineamenti e le rughe. Queste ultime in particolare, che spesso rispecchiano alcuni nostri mood mentali", avverte lei. Si tratta quindi di agire in tempo: dai 25 anni in poi, 5-10 minuti al giorno tutti i giorni. I primi risultati con un allenamento costante si vedono dopo 2-3mesi. Ecco qualche esempio tratto dal libro.

Contro il doppio mento – Portate più volte la testa avanti e indietro, espirando quando si trova in passo. Poi, quando il collo è ben rilassato, guardate al soffitto. Portate il labbro inferiore su quello superiore, come a cercare di coprirlo. Restate così 8-15 secondo. Poi espirate e riportate la testa in posizione normale.

Per rimpolpare le labbra – Auto-massaggiatevi il labbro superiore. Poi dite “e” ed “o” in alternanza. Accelerate il movimento e diminuite il suono come se vorreste solo sussurrarlo. Poi tamponatevi le labbra con le dita.

  • shares
  • Mail