Il calcio e i crampi muscolari

quesoSiamo abituati a considerare utile per contrastare la comparsa dei crampi muscolari essenzialmente il potassio, di cui sappiamo esser ricche le banane, non per nulla consigliate agli sportivi. In realtà anche il calcio può avere qualche responsabilità, almeno quando è carente nella dieta alimentare. Molte delle bevande isotoniche inoltre non ne contengono quantità significative da riuscire a prevenire il deficit di calcio durante lo sport. Di conseguenza la funzionalità neuromuscolare risulta debilitata e così compare il crampo.

Questo minerale infatti si disperde con il sudore, per cui quando siamo sotto sforzo durante l’allenamento è abbastanza facile scendere sotto i livelli consigliati, specialmente, appunto, se seguiamo un regime alimentare già carente in calcio. D’altronde la perdita di calcio dipende anche dalle caratteristiche specifiche dell’individuo, dal suo grado di traspirazione, dal tipo di allenamento.

La soluzione in fondo è molto più semplice di quanto non paia, per tutti: basta aumentare l’assunzione di alimenti ricchi di questo prezioso minerale come il comunissimo latte o altro genere di latticini, inserendoli per esempio negli spuntini o come accompagnamento su altri piatti. Sono utili anche spinaci, legumi e frutta secca.

Via | Vitonica

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail