La prima sigaretta del mattino la più pericolosa

smokeVi alzate, prendete il caffè, vi stiracchiate un po’ e vi godete la prima sigaretta del giorno, forse quella che considerate più rilassante, irrinunciabile per avviare la giornata. È anche quella che vi fa più male, secondo uno studio recente che spiega: la prima sigaretta del giorno, fumata in particolare entro i primi trenta minuti dal risveglio, è quella che più di tutte le altre aumenta il rischio di sofferenze cancerose a carico dei polmoni, della testa e del collo.

La spiegazione risiede nei livelli di nicotina, che già altri studi avevano sottolineato in precedenza. Non conta solo il numero di sigarette che si fumano ogni giorno e gli anni durante i quali dura il vizio del fumo, ma influisce molto anche il momento della giornata in cui si fuma, dunque.

Durante i primi cinque minuti dal risveglio la nicotina aumenta fino a 437 nanogrammi/ml; tra i sei e i trenta minuti dopo fino a 352 ng/ml; dopo un’ora fino a 215 ng/ml. Chi fuma meno appena alzato abbatte il rischio di tumori rispetto a chi non sa resistere e deve accendere la prima sigaretta appena scende dal letto. Certo l’ideale sarebbe smettere, no?

Foto | Flickr

Via | ElMundo

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: