Lavorare (in un ufficio asettico) fa male. Al cervello

Lavorare in uffici asettici fa male al cervello

Lavorare stanca. E su questo, ci sono pochi dubbi. Ma lavorare può anche fare male. E non stiamo parlando di incidenti sul lavoro. No, stiamo parlando di lavoro d'ufficio.

Avete presente quegli uffici in cui le postazioni dei lavoratori sono modulari, tutti uguali? Quei giganteschi open space in cui le scrivanie sono asettiche e affatto personalizzate? Quegli uffici che, nati negli anni '50, sono diventati una sorta di "moda" per risparmiare spazio e simili Bene. Quegli uffici ammazzano letteralmente l'attività cerebrale. A scriverlo è il Thelegraph, che racconta un esperimento della trasmissione televisiva The secret life of Building. Nella puntata che andrà in onda domani su Channel4, il conduttore e critico d'architettura Tom Dyckhoff si è messo in testa un apparecchio che misura le onde cerebrali mentre cercava di lavorare in un ufficio del genere che abbiamo descritto. Risultato? Il cervello trova un sacco di distrazione, in una situazione del genere. Secondo le statistiche, la qualità della vita di un lavoratore impegnato in un ufficio open space cala del 32% e la sua produttività del 15%.

Il test è stato condotto da un neuroscienziato - in Inghilterra fanno sul serio, anche in tv - che ha commentato:

Gli open space sono stati programmati con l'idea che le persone potessero muoversi liberamente e interagire liberamente per promuovere un lavoro creativo e migliorare la soluzione dei problemi. Ma non funziona così. Se si sta lavorando e c'è un telefono che suona da qualche altra parte, questo rovina la concentrazione. Anche il lavoratore non se ne accorge, il cervello si distrae.

Non solo. Anche la personalizzazione degli spazi incide sulla qualità della vita dei lavoratori.

Il dottor Craig Knight, psicologo dell'Exeter University, spiega la cosa in questi termini:

Alle compagnie piace l'idea di dare ai loro impiegati un posto di lavoro lineare, uniforme, privo di distrazioni non necessarie. Ma negli esperimenti che conduciamo si dimostra che gli impiegati sono più efficienti negli spazi che hanno decorato a loro piacimento con foto o piante. Se è stata data loro la possibilità di arricchire gli spazi, la loro produttività cresce e stanno decisamente meglio.

In sostanza, un ambiente stimolante, personalizzato, ma senza distrazioni eccessive migliora le performance. E fa anche vivere meglio.
Ricordatevi di dirlo ai vostri capi, al rientro dalle vacanze.

[Via | The Telegraph]
[Foto | Flickr markhillary]

  • shares
  • +1
  • Mail