La legge di gravità e la digestione

gravityLa digestione lenta e accompagnata da quel fastidioso reflusso gastroesofageo si può sconfiggere in molti casi affidandosi alla fisica. Alla legge di gravità, precisamente. Il miglior modo per contrastare i disturbi della digestione, infatti, salvo casi di patologie specifiche, è semplicemente digerire in piedi. O comunque seduti, ma in posizione tale da consentire alla forza di gravità di partecipare attivamente al procedimento.

Gli specialisti, secondo quanto riportato da OperSportLife, sostengono infatti che è sempre sconsigliabile stendersi a letto subito dopo il pasto. Meglio rimanere in posizione eretta nelle ore immediatamente successive per dar modo alla digestione di procedere senza intoppi e rallentamenti che la posizione sdraiata potrebbe comportare.

Certo il pisolino dopo un lauto pasto fa piacere a tutti e la sonnolenza che comporta la pancia piena è irresistibile. E se optassimo per una sdraio solo parzialmente reclinata al posto della posizione coricata? Potrebbe essere la giusta via di mezzo per contentare lo stomaco ma anche la voglia di schiacciare quel dolce pisolino.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail