Aquaholic: la dipendenza dall'acqua

aguaL’ha dichiarato la celebre chef Nigella Lawson, spiegando di non esserne stata consapevole a lungo: si tratta invece di una vera e propria dipendenza quella di molte persone dall’acqua, senza che se ne rendano, spesso, perfettamente conto. L’hanno chiamata aquaholism, riadattando il termine che definisce la dipendenza dall’alcol. A prima vista dunque una dipendenza che non dovrebbe avere le conseguenze devastanti di altri tipi di addiction. In realtà è pericolosa.

Esagerare, come sempre, non fa bene da nessun punto di vista. Se è bene bere due litri di acqua al giorno, secondo i consigli degli esperti (ma considerando anche che una buona parte d’acqua l’assumiamo con il cibo), non lo è altrettanto bere troppo. Alcune testimonianze riportate dal Daily Mail sono davvero preoccupanti, c’è chi arriva a bere addirittura sedici litri di acqua al giorno.

Le conseguenze? Una vera e propria overdose, tant’è che a volte si arriva a parlare di intossicazione da acqua. I reni diventano incapaci di filtrare tutta l’acqua che introduciamo e che tra l’altro dilava letteralmente l’organismo impoverendolo, perché porta via con sé molti elementi essenziali, come sodio ed elettroliti, per il funzionamento del corpo. L’acqua in eccesso rischia di trasferirsi ai tessuti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: