Meditazione trascendentale contro l'infarto

mantraGli studi sull’argomento sono ancora in corso ma i primi risultati sono talmente incoraggianti che viene voglia di correre a prenotare un corso di meditazione trascendentale per apprendere la tecnica che sembra assai utile nella prevenzione degli infarti. Secondo una ricerca condotta nel Wisconsin e che comparirà sul prossimo numero della rivista Archives of Internal Medicine la meditazione aiuta ad abbattere il rischio di infarti e ictus. Gli studiosi sono arrivati a queste prime e pur prudenti conclusioni dopo aver monitorato per anni l’andamento dello stato di salute di un gruppo di persone con problemi di cuore, parte dei quali praticava con costanza la meditazione.

La tecnica di rilassamento che consiste nella ripetizione continua per interi minuti e più volte al giorno di un mantra pare che aiuti a ridurre stress, pressione sanguigna, colesterolo, ispessimento delle coronarie e abbatterebbe fino al 47% i fattori di rischio nelle malattie cardiache. Una cifra tanto impressionante la dice lunga su quanto sia da non sottovalutare l’aiuto delle discipline orientali. I medici tuttavia avvisano: non è questa una tecnica da sostituire ai farmaci e da considerare alternativa alle cure tradizionali; possiamo però servircene efficacemente come utile coadiuvante.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail