Insonnia KO con la testa fredda

L’insonnia, si sa, è una vera e propria bestia nera, una spirale negativa che imprigiona la vita delle persone e ne condiziona tutti gli aspetti della vita di una persona. Gli ultimi studi in ordine di tempo ne hanno evidenziato gli effetti negativi anche sulla vita di coppia. Secondo gli esperti è una delle emergenze sanitarie di questo secolo.

Tisane, camomilla, melatonina, pillole a base di erbe officinali, massaggi, yoga, quanti escamotage per sopperire alla mancanza di sonno! Ma l’ultima ricerca in ordine di tempo, presentata all’Associated Professional Sleep Societies da un team di studiosi dell’Università di Pittsburgh, parla di un metodo innovativo (e alquanto bizzarro) per ridurre tale disturbo: raffreddare la testa prima di andare a dormire aiuta a fare sogni d’oro.

La ricerca ha coinvolto 12 donne che soffrivano d'insonnia. L’esperimento è stato il seguente: è stato applicato un cappello che con pompe e tubi raffreddava la testa soprattutto in corrispondenza della corteccia prefrontale. Le pazienti hanno mostrato un netto miglioramento nei cicli del sonno, che sono diventati simili a quelli di 12 donne sane prese come riferimento, dipendente dal tempo e dall'entità del raffreddamento.

"La corteccia prefrontale nelle persone insonni è iperattiva, e tiene sveglio tutto il resto del corpo -hanno spiegato gli autori- raffreddando questa parte si rallenta il metabolismo permettendo un sonno migliore".

  • shares
  • Mail