Kylates: esercizi per allenare i glutei

kylates

Ci lasceremmo trarre in inganno pensando che si tratti di una variante del pilates, sebbene ne prenda a prestito parte del nome. La prima componente, tuttavia, deriva da Ky Evans, l’istruttore di fitness che ha inventato questa disciplina con il chiaro scopo di scolpire i glutei tirandoli in alto, tonificandoli, insieme a gambe e addominali. Praticamente la preparazione ideale per la prova costume. In palestra dove si pratica il Kylates si dice che i clienti si trasformano in ASSassins, con un gioco di parole che comprende il termine "ass", riferito appunto al posteriore da urlo che ne deriva.

La routine è efficace perché gli esercizi vengono svolti tutti in sequenza, ma in maniera lenta e controllata e soprattutto senza alcuna pausa tra l’uno e l’altro movimento. In questo senso somigliano molto ad esercizi di tipo isotonico. È la contrazione costante che permette di bruciare i grassi e tonificare il muscolo. In più la lentezza del movimento consente di mantenere il controllo completo dell’esercizio e migliorarne l’efficacia.

Nelle immagini scoprirete quattro dei movimenti che fanno parte del Kylates, tutti già noti ma da svolgere appunto molto lentamente. Gli squat li eseguirete per tre minuti, controllando la contrazione di tutti i muscoli coinvolti, in particolare glutei e quadricipiti femorali. I calci laterali li eseguirete per due minuti, allenando fascia addominale e glutei. Altri tre minuti, ma stavolta per gamba, serviranno per il terzo esercizio mentre il quarto lo eseguirete per un solo minuto, mantenendo la colonna eretta e contraendo bene gli addominali. Finito il ciclo ricomincerete.

Via | Self

  • shares
  • Mail