Tunnel carpale: tutta colpa della globalizzazione

handsLa sindrome del tunnel carpale, solitamente legata ad attività ripetitive e manuali quali possono essere un lavoro di precisione o l’uso continuo del mouse, è in crescita in tutti i paesi del mondo occidentalizzati secondo un recente studio che dà la colpa alla globalizzazione. Non solo: a soffrirne maggiormente sono sempre più le nuove generazioni che hanno a che fare con l’uso di nuove tecnologie sottoponendo a continua sollecitazione il nervo mediano che si infiamma e assume le caratteristiche della cronicità.

Tuttavia pare che parte di chi ne soffre non ne sia sempre consapevole, almeno fino a quando il disturbo non si trasforma in vera e propria patologia che rende necessaria una cura specifica o un intervento chirurgico. Sono dunque i nostri costumi che determinano anche le malattie di cui soffriamo.

La conclusione che i ricercatori hanno ricavato dal confronto dei dati europei e americani è precisa: la globalizzazione e la diffusione di modelli culturali molto omogenei hanno determinato una sorta di diffusione capillare ed estesa del disturbo che fino a qualche decennio fa conosceva invece variazioni molto significative di paese in paese. Possiamo dare alla globalizzazione, dunque, l’ennesima colpa?

Via | ElMundo

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: