Perché abbiamo bisogno di vacanze?

holidayL’estate si avvicina, i ponti sono stati avari di vacanze e pensare alle ferie ci fa subito sentire meglio eppure manca ancora così tanto che ricadere nel malumore è quasi immediato. Non è solo un capriccio, il nostro cervello ha effettivamente bisogno di vacanze e potrete usare questo argomento con grande efficacia davanti al vostro capo quando tenterà di negarvi le ferie il prima possibile, chiedendo di posticiparle.

Staccare la spina, come si dice, non è solo una metafora per dire che ci si mette in panciolle mandando al diavolo per un po’ gli impegni quotidiani. È precisamente rispondente a verità, perché allontanarsi dal turbine della propria routine aiuta a guardare le cose da una prospettiva diversa, trovare soluzioni migliori al proprio rientro, rivalutare alcuni aspetti della propria vita, riscoprirne altri che erano stati a lungo trascurati. Lo confermano gli scienziati che si sono dedicati alacremente allo studio della questione dimostrando che la distanza psicologica da una situazione in condizioni di relax in vacanza è quanto di meglio possiamo concederci per il nostro benessere a breve e lungo termine.

L’ideale è viaggiare andando all’estero, entrare in contatto anche se temporaneamente e superficialmente con culture diverse. Ecco perché per staccare veramente bisognerebbe evitare di andare a trovare amici e parenti che si vedono già durante tutto l’anno, riservando le riunioni familiari ad altri momenti e ritagliandosi a tutti i costi una vera e propria vacanza, sia pure poco lontano da casa, ma senza relazione alcuna con la routine quotidiana e le persone che ci troviamo di fronte tutti i giorni. Basta infatti anche solo spezzare la routine senza neanche allontanarsi dal proprio salotto per ritrovare la pace dei sensi.

Via | CNN

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail