Ludopatia ai tempi dei giochi online

casinoLa notizia viene dall’università di Calgary, in Canada: i ricercatori si domandano se non sia il caso di rivedere i dati fino ad ora disponibili sulla ludopatia, un comportamento che si lega all’uso sconsiderato di giochi che, nell’era della diffusione capillare di Internet, sono disponibili anche online, 24 ore su 24 e senza neanche muoversi da casa. Va dunque riconsiderato l’approccio clinico così come quello interpretativo, visto che non è sempre verificabile quale impatto abbia questo disturbo tra le pareti di casa.

L’incidenza della ludopatia in giro per il mondo dipende naturalmente da tanti e tali fattori che è già complesso ricostruire un contesto generale valido sempre. I dati pubblicati sulla rivista The Lancet dai ricercatori canadesi spiegano che in Norvegia ne soffre un individuo su 500 mentre a Hong Kong l’impatto è di uno su 20 individui. Inoltre spesso questo disturbo si associa ad altre dipendenze e patologie, come l’abuso di alcol, la maggiore possibilità di cadere nell’uso di stupefacenti, l’ansia.

Anche se in molti casi questo disturbo è solo episodico e transitorio, spiegano i ricercatori, le possibilità sconfinate offerte dalla Rete elevano il grado di probabilità che ci cadano più persone o, nel caso di chi già ne soffre, che sia più difficile intervenire efficacemente.

Via | ElMundo

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO