Come recuperare dopo la corsa

running dogCorrere è lo sport al tempo stesso più economico e alla portata di chiunque, perché lo si può fare anche sotto casa nei ritagli di tempo, ma che richiede attenzione nella fase post allenamento, perché recuperare al meglio permette non solo di rendere più efficace la corsa e i suoi effetti benefici sul nostro corpo ma anche di non rischiare di farsi male e dover mollare per uno strappo muscolare, un dolore articolare o l’eccesso di fatica che ci ritroviamo puntualmente addosso il giorno dopo. È dunque importante imparare a recuperare bene dopo la corsa per massimizzarne i benefici.

Importante quanto il riscaldamento iniziale è il defaticamento finale. Smettere di colpo e infilarsi subito sotto la doccia è quanto di peggiore possiamo decidere di fare dopo aver corso. È invece importante rallentare gradualmente il ritmo fino a fermarsi, respirando a fondo, stirando i muscoli con cura per evitare gli accumuli di acido lattico. Concedetevi qualche minuto per farlo per bene. Piuttosto accorciate l’allenamento ma non rinunciate a questo momento.

Prima di andare a letto poi ci può aiutare qualche ulteriore esercizio di stretching che non ha in questo caso lo scopo di allungare i muscoli migliorarne le prestazioni ma quello di rilassarsi aiutandoli a scrollarsi di dosso la fatica e a riposare meglio durante la notte, evitando contratture. Bastano pochi secondi per posizione, senza tirare troppo, con intensità blanda.

Anche il freddo è un ottimo alleato: fare una doccia fresca o bagnare le gambe con salviette bagnate aiuta a refrigerarsi e ad alleviare infiammazioni muscolari. Attenti però a non essere ancora sudati quando fate la doccia rinfrescante. L’ideale è alternare getti d’acqua fresca a getti d’acqua tiepida per aiutare i tessuti a tonificarsi e la circolazione a mantenersi in forma.

E naturalmente non possiamo dimenticare i massaggi, ideali per recuperare dopo lo sforzo. Bisogna però affidarsi a mani esperte, evitare il fai da te e concedersi una spesa anche in termini di tempo di cui non sempre possiamo disporre. Allora si potrà ricorrere all’automassaggio leggero avendo cura di non esagerare e non avventurarsi lì dove non si sa dove mettere le mani. Sarà utile per esempio applicare una crema idratante o un olio dopo il bagno spalmando nella direzione che porta verso il cuore, aiutando il ritorno venoso.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail