Il colesterolo nel pesce

Scritto da: -

fishSappiamo quanto il pesce sia ricco di acidi grassi essenziali utili per la riduzione dei livelli di grassi nel sangue ma a differenza di quanto si crede anche il pesce contribuisce, seppur in minima parte rispetto per esempio alla carne, al colesterolo. Proprio così.

Se da una parte dunque contiene elementi preziosi per il nostro benessere non possiamo sottovalutarne del tutto il contenuto di colesterolo che in alcune varietà è più consistente. Per esempio salmone, merluzzo, sardine, tonno, acciughe hanno quantità abbastanza elevate di colesterolo, da poco meno di 50 mg. per 100 grammi di prodotto a oltre 80, secondo la tipologia di pescato.

Di contro hanno livelli più bassi altri tipi di pesce che intervenendo positivamente sui livelli di colesterolo cosiddetto buono e dunque limitando i livelli di quello cattivo apportano in realtà più vantaggi ch svantaggi. E inoltre bisogna pur considerare che qualunque alimento va introdotto nella propria dieta tenendo conto non solo dei benefici che apporta ma anche della varietà che deve introdurre nella nostra dieta combinandosi agli altri alimenti.

Via | Vitonica

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.75 su 5.00 basato su 4 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Benessereblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.