Donne in carriera stressate dal lavoro

knit cellSono soprattutto le donne a patire le conseguenze dello stress generato dal lavoro: lo dice un’indagine che ha evidenziato un dato davvero allarmante, perché pare che a soffrirne sia il 95% delle donne che devono conciliare le fatiche del lavoro fuori di casa con gli impegni di moglie e madre. Tutto questo spesso senza alcun sostegno da parte delle strutture socio-assistenziali che in altri paesi garantiscono alla donna il supporto necessario a conciliare i propri diversi ruoli senza dover rinunciare ad alcuni di essi né soccombere sotto i colpi dello stress.

La fascia d’età più colpita è quella compresa fra i 35 e i 45 anni, periodo in cui si affronta la maternità o primi anni dei propri figli ma anche l’avvio di una carriera faticosamente conquistata dopo anni di precariato. Le donne intervistate segnalano la cattiva qualità del riposo, l’incapacità di rilassarsi a fine giornata, un’alimentazione spesso scorretta e la mancanza di ogni voglia nel fare un po’ di sano esercizio fisico.

Questo stato di cose, conseguenti allo stress, non fanno che accentuare lo stato di malessere e ripercuotersi anche sulla sfera sociale dell’individuo e di chi gli sta intorno. La soluzione? Diversa per ciascuna, presumibilmente. Ma sapere che non siamo sole ad affrontare ogni giorno la pressione di una situazione assai difficile ci fa sentire più forti.

Foto | Flickr

Via | Asca

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: