Il recupero tra una serie di esercizi e l'altra

relaxDi solito ci preoccupiamo dell’allenamento, del riscaldamento, dello stretching e dell’esecuzione dell’esercizio, respirazione inclusa, ma più di rado di concentriamo sulle fasi del recupero tra un esercizio e l’altro o meglio tra una serie e l’altra. Ecco qualche consiglio su come recuperare bene tra una serie di esercizi e la successiva per massimizzare l’efficacia dell’allenamento.

Il periodo di tempo ottimale per recuperare tra due serie è compreso fra uno e tre minuti. Un periodo di tempo più lungo pregiudica la buona riuscita dell’esercizio; un periodo di tempo inferiore non permette di recuperare al meglio stressando eccessivamente i muscoli coinvolti. Ma la domanda principale è se optare per un recupero passivo oppure attivo. È meglio cioè riposarsi rimanendo fermi oppure semplicemente cambiare gruppo muscolare o continuare lo stesso tipo di allenamento ma allentando leggermente il ritmo o l’intensità?

L’ideale è il riposo attivo, in modo che non si interrompa la costante ossigenazione del sangue e si mantengano i muscoli perfettamente attivi, ossigenando di conseguenza i tessuti. Si può semplicemente rallentare ritmo e intensità degli esercizi, come si diceva, oppure optare per brevi esercizi di stretching tra una serie e l’altra. Una brusca variazione tra l’allenamento e il riposo completo invece può essere controproducente per l’allenamento.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail