L'aspettativa di vita europea cresce

lifeNonostante l’incremento costante e preoccupante dell’obesità in Europa l’aspettativa di vita degli europei continua a crescere, secondo uno studio che ha monitorato la popolazione britannica nell’arco di quarant’anni confrontandola con la popolazione americana, in vetta alle classifiche – di cui ben poco c’è da vantarsi – dell’obesità mondiale.

Lo riporta la rivista scientifica International Journal of Epidemiology nel numero di pochi giorni fa: secondo i risultati delle indagini sulla salute la crescita nella durata media della vita è netta e in continuo aumento anche se molti paesi devono iniziare a fare i conti con un altro trend di natura opposta e che rischia di smorzare il primo, l’obesità appunto.

È dilagante, soprattutto tra i bambini, mentre sono le donne ad aver rallentato la crescita della loro aspettativa di vita. L’America resta indietro. Qualche numero comparativo? Negli Stati Uniti l’aspettativa di vita media del 2007 era di 78 anni contro gli 80 anni del Regno Unito. I numeri pare non siano legati alla spesa pubblica per la salute. La ragione primaria di questa crescita invece viene identificata dagli scienziati nell’abbassamento dell’incidenza degli infarti o di problemi cardiovascolari. La mortalità dovuta a questo genere di problemi è scesa.

Lo studio ha anche evidenziato un incolmabile gap tra le zone est dell’Europa e quelle più occidentali sebbene le aspettative di vita si siano comunque elevate dalla caduta del muro di Berlino in avanti. La tendenza alla crescita nella durata media della vita in Russia, per esempio, è leggermente più bassa rispetto ad altre aree della zona europea.

Via | Msnbc

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail