Miele di mirto australiano: un potente antibatterico naturale

honey

Miele di manuka fatti da parte, e' arrivato dall'Australia il miele del Leptospermum polygalifolium - un tipo particolare di mirto nativo della zona - che pare abbia proprieta' antibatteriche quasi miracolose.

La scoperta e' stata fatta durante un'esperimento condotto da alcuni ricercatori di Birsbane, quando una piccolissima quantita' di miele derivato da questo mirto e' stata messa in una provetta contenente lo Staphylococcus aureus, un batterio molto temuto e causa della letale MRSA. Inutile dirlo, il miele ha avuto la meglio sullo staffilococco, posizionandosi immediatamente in cima alla classifica degli antibatterici naturali piu' efficaci.

Tutto merito del Methylglyoxal (MGO), un agente antibatterico presente in tutti i mieli ma che in questo caso raggiunge proporzioni notevoli - addirittura 1750 mg/kg. L'alto tasso di MGO rilevato inoltre significa che anche i prodotti contenenti una minima quantita' di miele di mirto australiano risulteranno comunque molto efficaci nel combattere le infezioni batteriche piu' resistenti.

Parlando di miele mi sento in dovere di ricordare che non va mai somministrato ai bambini che non hanno ancora raggiunto l'anno di eta' perche' in alcuni casi puo' contenere le spore che causano il botulismo infantile (vedi pdf file).

Foto | Flickr
Via | Physorg

  • shares
  • Mail