La scienza del bacio

kiss, lips, bacio

Se siete reduci da un San Valentino di fuoco dovete sapere che i benefici dei baci sono molti, sia sul lato fisico, sia su quello emotivo. Il Time pero' porta la questione ad un altro livello attraverso un analisi delle dinamiche che si sviluppano attorno a questa semplice dimostrazione d'affetto.

Benche' le origini del bacio non siano chiare, alcuni scienziati dicono che sia un'evoluzione dell'usanza per alcuni animali femmina di masticare il cibo prima di passarlo direttamente nella bocca dei piccoli. Gli esseri umani, forse per imitazione, hanno adottato questo gesto come un segno universale di amore e di affetto.

Scientificamente parlando, il bacio aumenta i livelli di alcuni neurotrasmettitori come la dopamina - che influisce sulla sensazione di desiderio - e la serotonina - responsabile dell'umore e spesso causa di pensieri ossessivi nei confronti dell'altra meta'. Baciarsi incrementa anche la produzione di ossitocina che puo' causare durante l'orgasmo una maggiore affezione per il partner; nel periodo subito dopo la nascita invece un livello piu' alto di questo ormone puo' rendere piu' solido il legame tra madre e figlio.

Il bacio e' anche definito come un vantaggio evolutivo: mentre baciamo un'altra persona infatti subconsciamente attraverso l'olfatto riusciamo a captare alcune caratteristiche riguardanti il suo DNA. In particolare le donne tendono scegliere un partner che abbia un sistema immunitario con un codice genetico molto differente dal proprio perche' un patrimonio genetico misto aumenta le possibilita' di avere figli sani e con maggiori probabilita' di sopravvivenza.

Nel caso di legami che durano da molto tempo, le donne usano il bacio come metodo per valutare i diversi stadi della relazione ed insistono maggiormente rispetto agli uomini per averne uno sia durante sia dopo un rapporto sessuale. Gli uomini invece tendono ad usare il bacio come inibitore perche' nella saliva e' presente una quantita' di testosterone che, durante il contatto con la bocca del partner, provoca un innalzamento del livello di questo ormone in entrambi.

Via | Healthland
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail