Imparare ad amare lo yoga

yogamomentLo yoga è uno dei più potenti strumenti a nostra disposizione contro lo stress ma non è sempre facile accostarsi a questa disciplina. Richiede rigore, passione ma anche un buon maestro che sappia farcela apprezzare in tutti i suoi aspetti. E, naturalmente, convinzione.

Chi è abituato a praticare attività sportive a diverso impatto troverà noioso lo yoga. Conosco qualcuno che addirittura si addormentava puntualmente durante le lezioni (con mia grande invidia, devo ammettere). Ecco qualche consiglio di Self per imparare ad amarlo e poterne trarre vantaggio.

Imparate solo le posizioni più semplici per cominciare e sfruttatene il potere fino in fondo prima di passare a qualcosa di più avanzato che diventa troppo complicato da affrontare con il risultato di farvi mollare dopo due giorni.

Il tempo è fondamentale. Bisogna trovare quello per praticare lo yoga ma anche avere la pazienza di mantenere la posizione perché sia più efficace. Cominciate con trenta secondi e pian piano aumentate. Quando sarete arrivati ad un minuto provate a passare oltre imparando una posizione nuova.

Accogliete lo yoga nel suo aspetto olistico: non serve solo ad allenare i muscoli e nutrire l’anima ritrovando equilibrio e dimenticando lo stress. È utile anche per alleviare certi doloretti, migliorare la postura, guadagnare in elasticità.

Se vi sentite ridicoli nel pronunciare il classico "om" che serve a concentrarsi, focalizzatevi sul suono del vostro respiro o mettete della musica rilassante che non vi distragga ma scandisca il ritmo del relax.

E infine trovatevi un compagno di avventure se da soli non siete molto costanti, oppure iscrivetevi ad un corso collettivo facendo qualche lezioni di prova qui e là per trovare l’ambiente più consono a voi. La motivazione è essenziale, ormai lo sappiamo bene.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: