Depressione pre e post-partum: effetti negativi sullo sviluppo del bambino

Depressione pre e post-partum: effetti negativi sulla madre e lo sviluppo del bambino La depressione post-partum può avere gravi effetti negativi sulla futura madre e sul rapporto con il bambino che, in questo caso, nasce in un ambiente che può interromperne lo sviluppo.

I neonati che vivono in un ambiente depresso o negligente è probabile che presentino ritardi nello sviluppo e futuri problemi nell'interazione sociale. In un nuovo rapporto clinico della American Academy of Pediatrics (AAP), pubblicato nel numero di novembre di Pediatrics, si consigliano controlli delle future madri da parte del pediatra per prevenire forme di depressione post-partum, per sostenere in caso di depressione, e per fornire sostegno nel rapporto madre-bambino.

La percentuale stimata di depressione nelle donne in gravidanza e dopo il parto può variare dal 5 e il 25 per cento. Una storia familiare o personale di depressione, e l'abuso di alcool aumentano il rischio di depressione prima della nascita del bambino. Una visita prima della nascita del piccolo presso un pediatra è un'ottima occasione per stabilire un rapporto con i genitori, per valutare il rischio di depressione, e avviare strategie di prevenzione. Questo tipo di depressione può portare ad un aumento delle spese mediche, a cure mediche inadeguate, ad una possibile interruzione dell'allattamento, a forme di abuso e di abbandono nei confronti dei piccoli. Lo screening preventivo è consigliato da Bright Futures e AAP Task Force on Mental Health.

Foto | Flickr
Via | MedicalNewsToday

  • shares
  • +1
  • Mail