Come evitare che i cibi in frigo si rovinino

frigoIl benessere passa anche dal nostro frigorifero perché spesso molti cibi si possono sciupare se non conservati correttamente. Basta qualche piccolo accorgimento per evitarlo, facendo in modo che non si deperiscano troppo presto contaminandosi anche tra loro e favorendo lo sviluppo di batteri.

Anzitutto regolate con cura la temperatura, che deve essere intorno ai 4.4 ºC nella parte frigo e a circa -17.8 ºC nella parte congelatore. Sono queste le temperature che minimizzano il proliferare di batteri.

Latte e uova, che sono alimenti molto deperibili, vanno riposti lontano dalla porta, contro ogni abitudine diffusa che ci fa conservare la bottiglia del latte e le uova proprio sulla porta del frigo che, aprendosi e chiudendosi spesso, è quella che più si espone agli sbalzi di temperatura. Meglio scegliere il fondo del frigo, più freddo.

Le patate vanno conservate lontano dalla luce, come le cipolle, in un luogo fresco e buio e mai in frigorifero. I pomodori e anguria vanno conservati preferibilmente fuori dal frigo, ma solo se non sono tagliati, ovviamente. Conservarli in frigo tende a ridurne gli aromi oltre che la loro durata e in alcuni casi anche molti nutrienti.

La frutta va conservata senza involti, eliminando la plastica in cui si avvolge al supermercato o dal fruttivendolo. Quella tagliata e sbucciata invece va sistemata in un recipiente, meglio se di vetro e coperta da pellicola. Si prolunga la durata di frutta e verdura asciugandola bene prima di riporla in frigo eliminando l’umidità tipica dei banchi freddi al supermercato. Se la lavate prima di conservarla dovete sempre asciugarla.

Infine, separate i diversi tipi di prodotti in scomparti diversi perché alcuni tipi di frutta producono un gas che accelera il deperimento delle verdure, notoriamente molto delicate, specialmente se a foglia verde.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail