Consigli per stare alla larga dal cancro - parte prima

still lifeVisto che le cause del cancro possono ricondursi in grande percentuale allo stile di vita ne consegue che possiamo intervenire con un certo grado di successo su ciò che, nel nostro modo di vivere quotidiano, può essere aggiustato per starne alla larga.

Si può cominciare con il filtraggio dell’acqua, che purtroppo non è sempre così pura benché dichiarata potabile. Come si fa ad esserne sicuri e non essere esposti a rischi cancerogeni da contaminazione? Pur senza diventare paranoici è il caso di informarsi sull’argomento per capire se e in che misura possiamo intervenire quando l’acqua esce dai nostri rubinetti.

Quando entrate l’auto in garage assicuratevi di spegnere il motore immediatamente. Lo stesso quando ripartite: acceso il motore uscite subito e se potete lasciate che il locale arieggi. L’esposizione prolungata nel tempo, anche se per intervalli molto brevi, ai gas di scarico che ci possono cumulare in una sola stanza non ci fa certo bene. E allora lo smog per le strade? Possiamo farci poco, ma dove possiamo agire perché non farlo?

E a tavola? Si può marinare la carne prima di grigliarla in modo da neutralizzare le amine che si formano con la cottura ad alte temperature sulla brace e che possono essere cancerogene. Potete aggiungere timo e rosmarino alla marinata e tenervi la carne per circa un’ora prima di cuocerla: gli antiossidanti contenuti in queste erbe possono ridurre ulteriormente l’azione delle amine.

Immaginavate che il caffè potesse ridurre il rischio di cancro? È una notizia che serpeggia da un po’ di tempo, da quando si è scoperto che i consumatori di caffè riducono il rischio di cancro fino al 40%. Il caffè decaffeinato non ha lo stesso effetto. Addirittura pare che il caffè sia persino più potente del tè nella prevenzione del cancro. Purtroppo ha anche qualche svantaggio, da valutare in termini di rischi-benefici.

Bere molto aiuta altrettanto, anche se in un altro modo: aiuta infatti a depurare l’organismo, diluendo eventuali agenti cancerogeni, favorendone lo smaltimento, riducendo l’impatto che hanno sul nostro organismo. Lo dice proprio l’American Cancer Society: otto bicchieri al giorno.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail