Smettere di russare con le piante

russareUna persona su tre russa durante il sonno; in genere i più colpiti sono gli uomini. Nella maggior parte dei casi l’atto del russare è legato ad un rilassamento, durante il sonno, del tono muscolare della faringe e dei muscoli di gola, palato e lingua. Altre volte ci sono invece delle infiammazioni delle mucose nasali. In ogni caso, alcune piante medicinali possono tornarci utili per risolvere il problema.

Se il problema ha origini respiratorie, si può ricorrere a piante con oli essenziali balsamici, come il timo, l’eucalipto, il pino mugo ed il ginepro, da mettere in un brucia-essenza per aromi prima di andare a letto. Per contrastare eventuali infiammazioni, via libero al ribes nero, in gemmo derivato: 50 gocce al mattino e 50 alla sera in pochissima acqua.

Infine, se il russare è dovuto alla stanchezza, Ficus carica MG 1DH, 50 gocce in poca acqua prima di cena. Per facilitare la digestione, assieme al ficus, si può assumere una tisana di finocchio e rabarbaro dopo cena.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail