Zinco: cos’è, a cosa serve e dove si trova

Lo zinco è un minerale importante per vista, memoria, ormoni e insulina.

Il pesce è uno degli alimenti più ricchi di zinco.

Lo zinco è un metallo che viene largamente usato nell'industria per la produzione dell'ottone, dell'acciaio, delle batterie e in molte reazioni chimiche. Ma lo zinco, metallo dal colore grigio simile all'argento, è anche uno dei minerali essenziali per il funzionamento del nostro organismo.

Lo zinco è indispensabile per la crescita e per il funzionamento della vista, del tatto, dell'olfatto e della memoria. Negli uomini lo zinco è anche implicato nella produzione dello sperma e del testosterone. Lo zinco è un elemento necessario al mantenimento dell'equilibrio ormonale e in particolare è legato alla produzione dell'ormone della crescita, degli ormoni sessuali e dell'insulina.

Lo zinco è implicato anche nel controllo del peso corporeo e una carenza di zinco può portare a sintomi come la perdita di capelli, nausea, diarrea, eruzioni cutanee, disturbi mentali e un funzionamento alterato dei sensi come la vista e l'olfatto. Il fabbisogno giornaliero di zinco varia dagli 8 ai 10 milligrammi.

Le fonti naturali di zinco sono numerose, ma soltanto il 20% dello zinco contenuto negli alimenti rimane disponibile per l'organismo. Lo zinco è abbondante nelle ostriche e nel pesce in generale, nei cerali integrali, nei semi di zucca, nel lievito, nei funghi, nel cacao, nelle noci, nella carne e nei latticini.

Anche semi di papavero, cardamomo, timo, sesamo, cerfoglio, pinoli, anice e aneto contengono molto zinco. Un eccesso di zinco può provocare un'eccessiva produzione di ormoni della crescita e di testosterone, una carenza di altri oligoelementi, un abbassamento delle difese immunitarie e favorisce la crescita dei tumori.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO